Studente DE MARCHI, SILVIA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento di Geoscienze
Corso di studio SCIENZE GEOLOGICHE Laurea di Primo Livello (D.M. 270/2004)
Anno Accademico 2021
Titolo originale Applicazioni di tecniche diagnostiche non distruttive per la caratterizzazione e il confronto delle proprietà fisico-meccaniche e termiche di materiali litici
Titolo inglese Applications of non-destructive diagnostic methods to characterize and compare physical-mechanical and thermal properties of lithic materials
Abstract in italiano L’attività di ricerca proposta è rivolta a caratterizzare le proprietà fisico-meccaniche e termiche di materiali litici diversi, focalizzandosi in particolare sulla correlazione tra i parametri di velocità delle onde elastiche e di conducibilità termica ottenuti mediante tecniche diagnostiche non distruttive. La conoscenza delle proprietà termiche delle rocce è un prerequisito essenziale per quantificare i cambiamenti di temperatura nel tempo nel sottosuolo, dovuti sia al trasferimento di calore legato all’estrazione/iniezione di energia geotermica sia ai cambiamenti di temperatura paleoclimatici. Una conoscenza insufficiente delle temperature e delle proprietà termiche in un’area può portare infatti a realizzare modelli termici del sottosuolo non significativi e non rappresentativi. Inoltre, data la limitata disponibilità di campioni di roccia su cui misurare direttamente le proprietà termiche in laboratorio, diventa importante poter definire queste ultime a partire dalla determinazione di altri parametri, quali la velocità delle onde elastiche. Scopo del presente lavoro è quindi analizzare alcuni campioni di rocce magmatiche, metamorfiche e sedimentarie mediante strumentazione a ultrasuoni e a laser scanner ottico, sia in condizioni secche che sature, e verificare le possibili correlazioni tra le misure effettuate. L’idea è verificare le condizioni di proporzionalità tra la velocità delle onde elastiche e la conducibilità termica delle rocce, sapendo che entrambe sono influenzate dalla porosità, dal contenuto mineralogico e dalle condizioni di saturazione dei campioni. Per esempio, nelle rocce sedimentarie la conducibilità termica dipende soprattutto dalla porosità e dal contenuto mineralogico, mentre nelle rocce magmatiche e metamorfiche dalla composizione mineralogica. La velocità delle onde elastiche, invece, è elevata in campioni saturi e integri, mentre tende a diminuire con la presenza di fratture e di un minor contenuto d’acqua. Infine, la ripetizione delle misure per ogni campione considerato nelle tre direzioni dello spazio permetterà di verificare la presenza di eventuali anisotropie.
Parola chiave Conducibilità term
Ultrasuoni
Optical scanning
Non distruttivo
Relatore DI SIPIO, ELOISA
Correlatore GALGARO, ANTONIO
Appare nelle tipologie: Lauree triennali
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
S. De Marchi_tesi_22.09.2022 (1).pdf 4.7 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

The text of this website © Università degli studi di Padova. Full Text are published under a non-exclusive license. Metadata are under a CC0 License

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12608/35020